Maria Beatrice d’Este

E’ l’unica italiana ad essere salita sul trono d’Inghilterra ed è modenese. E’ Maria Beatrice d’Este, figlia di Alfonso IV d’Este, duca di Modena e di Laura Martinozzi, nipote del cardinale Mazzarino. Maria Beatrice è passata alla storia internazionale per il suo matrimonio, contratto nel 1673, con Giacomo Stuart duca di York e re di Inghilterra.
Al tempo della nascita di Maria Beatrice, il ducato di Modena era costretto a tollerare una forte influenza, che spesso degenerava in aperto predominio, da parte del regno di Francia. La situazione non potè che peggiorare alla morte del padre di Maria Beatrice, Alfonso IV, avvenuta quando la bambina aveva solo 4 anni. Fu così che la madre Anna, peraltro famosa per la sua oculata e saggia reggenza, dovette accettare la proposta, che naturalmente era molto più di una semplice proposta, del re francese Luigi XIV di maritare la giovane Beatrice all’ormai attempato Giacomo Stuart duca di York.
Alla base del matrimonio ci furono quindi, come era prassi ai tempi, ragioni esclusivamente politiche. Lo scopo del re di Francia era chiaro: collocare alla corte inglese una principessa cattolica, per di più appartenente ad una casa vincolata al suo trono da un’alleanza tradizionale, e dare nel contempo a Modena l’impressione di un atto di grande benevolenza da parte sua.
Il 5 ottobre 1673 Maria Beatrice, la madre Laura Martinozzi e lo zio Rinaldo d’Este partirono alla volta di Londra per celebrare il matrimonio con l’erede al trono.
Alla corte inglese la principessa estense dovette far leva sulle proprie capacità di ambientazione e di sopportazione, oltre che su di una solida formazione morale. Fu molto amata dall’attempato consorte ed ebbe numerosi figli, molti dei quali però morirono. Ma quando, nel 1866, nacque il sospirato erede Giacomo III, la prospettiva di un Paese protestante governato da una dinastia cattolica scatenò un’aperta rivolta. Il re, abbandonato da tutti, fu cacciato e assunse il potere sua figlia primogenita Maria II, che era protestante, con il marito Guglielmo d’Orange. Giacomo Stuart e Maria Beatrice dovettero riparare in Francia, sotto la protezione del Re Sole. Qui cercarono in ogni modo di rientrare in Inghilterra e di far riconoscere il figlio Guglielmo III quale unico legittimo erede al trono inglese.
Alla morte di Giacomo II, avvenuta nel 1701, Maria Beatrice assunse la reggenza in nome del figlio tredicenne. Dopo la morte di Guglielmo d’Orange un gruppo di Lords fedeli agli Stuart propose a Beatrice il riconoscimento a favore del principe quale sovrano da parte del Parlamento inglese a condizione che abbracciasse, almeno formalmente, la fede protestante. Fu tutto inutile, Giacomo, chiamato anche il”Cavaliere di S. Giorgio” oppose un netto rifiuto col quale rinunciò apertamente al trono.
Maria Beatrice morì nel 1718, ma la sua notorietà è riconosciuta ben oltre i confini Europei. Negli Stati Uniti, infatti, nello Stato di New York esiste una contea chiamata Dutchess, duchessa, nome datole nel 1683 proprio in onore di Maria Beatrice d’Este regina d’Inghilterra.
 
(9 gennaio 2001)
maria_beatrice_d'este